Per informazioni e preventivi gratuiti in tutta Italia:

Attivo tutti i giorni, 24 ore su 24
Gratuita da telefoni fissi e cellulari

• Lombardia
Progettazione & Produzione
Via Cimarosa, 8 - 24125 BERGAMO
tel. 02 30314196 - fax 02 30314197

• Veneto
tel. 045 9816301 - fax 045 9816301
• Piemonte
tel. 011 0891440 - fax 011 0891441
• Liguria
tel. 010 8976441 - fax 010 8976442
• Emilia-Romagna
tel. 051 0420287 - fax 051 0420288
• Lazio
D'Ascenzi Pavimenti SpA
Progettazione & Produzione

Via Meucci, 17 - 00016 MONTEROTONDO
ROMA
- tel. 06 98387339
• Puglia
tel. 080 2148621 - fax 080 2148621
• Sicilia
tel. 0957274832
info@percorsitattili.com

Iscriviti alla nostra Newsletter
Nome  
E-mail
 

» PLASTICI ARCHITETTONICI 3D

Può una persona priva della vista apprezzare le cosiddette arti visive?
Di primo acchito la risposta sembrerebbe essere negativa, immediatamente suggerita dall'improbabile binomio arte visiva e cecità. Al contrario, possiamo dire senza dubbio alcuno che le persone non vedenti possono godere delle arti visive, purchè vengano soddisfatte alcune condizioni. Per poter apprezzare l'arte e godere dei suoi infiniti stimoli e delle sue straordinarie suggestioni è necessario per tutti aver ricevuto una adeguata educazione ed aver avuto la possibilitÀ di vedere e conoscere opere importanti e significative.
La stessa cosa vale per un cieco dalla nascita. Naturalmente, vedendo egli attraverso le mani, va da sé che la scultura è, tra le arti visive, quella che maggiormente si presta ad un approccio di tipo tattile. Il cieco fa scorrere le sue mani sull'opera scultorea, ne apprezza i volumi, le forme, i profili, cattura le sensazioni offerte dal marmo, dal legno o dal bronzo, e dà libero sfogo alle proprie emozioni.

Per contro, le forme bidimensionali della pittura, fatte di luci e colori, sfuggono ad ogni possibilità tattile e il non vedente può acquisire una conoscenza dell'opera attraverso una descrizione verbale o anche grazie all'aiuto di una "particolare" traduzione a rilievo del quadro, utile sicuramente a comprendere in maniera diretta la composizione e le principali forme ospitate nel dipinto.
Poniamo il caso di un cieco che visita una chiesa. Da un lato egli può toccare e conoscere direttamente alcune parti importanti dell'edificio, dal portale con le sue decorazioni alle colonne e ai pilastri delle navate, può camminarci dentro in lungo e in largo facendosi una chiara idea delle dimensioni e della pianta, può percepire attraverso l'udito le sensazioni spaziali ed i suoni, può cogliere con l'olfatto gli odori. Tutto concorre ad una straordinaria e multisensoriale esperienza estetica.

   

 

Ciò che manca, però, è la visione globale della struttura. Certo, anche in questo caso si può e si deve ricorrere ad una descrizione verbale ma non è la stessa cosa che percepirla direttamente. Ora, ciò che impedisce l'esplorazione tattile di un edificio è ovviamente la sua dimensione. La soluzione al problema fortunatamente esiste ed è quella di ridurre la grandezza del monumento attraverso dei plastici o modellini che riproducono fedelmente l'architettura originale.
Pensiamo, ora, a quanto sarebbe importante e utile per un cieco trovare presso il monumento che sta visitando il relativo plastico in scala, appositamente studiato peruna comoda ed efficace esplorazione tattile.

Un'opportunità unica di percepire l'opera non in un ambiente isolato ma nel contesto naturale del monumento, nel suo territorio, nel suo ambiente, con tutto ciò che concorre a renderlo vivo, tra la gente, i suoni e gli odori che lo caratterizzano.
Ma la presenza del plastico assume particolare importanza anche per i vedenti, poichè anch'essi impossibilitati a cogliere una visione d'insieme dell'intero complesso architettonico in un solo colpo d'occhio.

Aggiungiamo a questo il godimento di una inconsueta "duplicazione" di un'opera d'arte e di una stimolazione multisensoriale, favorita sia dalla visione sinottica dell'opera sia dalla possibilità di apprezzarla tramite il tatto.

Fonte: http://www.fizz.it/home/articoli/2008/65-larte-dentro-larte-una-avvicinare-larchitettura-ai-non-vedenti - Prof. Andrea Socrati

 
 
info@percorsitattili.com | normativa | contatti
Copyright ©2015 Tc Servizi Informatici s.r.l.